Estumulazione ed esumazione – Significato e tutto quello che c’è da sapere

Per estumulazione si fa riferimento a quella operazione cimiteriale che permette di recuperare i resti mortali di un defunto e messo in muratura, in un loculo o sepoltura di famiglia, da minimo vent’anni.
L’esumazione può essere straordinaria, se si esegue prima che siano passati dieci anni dalla sepoltura; l’estumulazione viene chiamata straordinaria, invece, se effettuata prima dei venti anni.

Differenza tra esumazione ed estumulazione

Per esumazione si intende quella operazione che si effettua per recuperare i resti mortali di un deceduto sepolto nel terreno dopo un periodo di tempo, stabilito per legge, non inferiore ai 10 anni.

Per estumulazione si intende l’operazione cimiteriale che permette di recuperare i resti del defunto sepolto in muratura, in un loculo o sepoltura di famiglia, da minimo vent’anni.
L’esumazione si dice straordinaria, se effettuata prima che siano trascorsi dieci anni dal momento della sepoltura; l’estumulazione viene considerata straordinaria, invece, se effettuata prima dei venti anni.

Chi deve pagare la estumulazione ordinaria?

L’estumulazione ordinaria è gratuita, al contrario l’estumulazione straordinaria che spetta ai parenti. Le tariffe spettano ai Servizi cimiteriali. Il pagamento si adempie tramite bollettino postale, inviato a domicilio, pagabile tramite banca o in posta entro 30 giorni dall’emissione.

Dopo quanti anni avviene la estumulazione?

L’esumazione come anche l’estumulazione sono operazioni cimiteriali che vengono effettuate al termine del periodo di assegnamento della sepoltura in terra (10 anni) o passati la durata della concessione di un loculo o di una celletta (generalmente 40 anni). Di solito la riesumazione del cadavere si effettua dopo 30 anni.

Estumulazione ordinaria costi

Le Tariffe de la esumazioni/estumulazioni ordinarie

  • Se la salma è mineralizzata                                                                                                                   
    • Inserimento cassettina dei resti mortali in celletta con preventiva riduzione resti (e con eventuale rimozione e posa lapide) 370,00€ Iva esclusa
    • Inserimento cassettina resti mortali in loculo già occupato da salma con preventiva riduzione resti (e con eventuali rimozione e posa lapide) 500,00€ Iva esclusa
    • Riduzione resti mortali per collocamento in ossario comune 300,00€ Iva esclusa
  • Se la salma non è mineralizzata                                                                                                                 
    • Reinumazione in altre fossa
      • 500,00€ per le esumazioni iva eclusa
      • 425,00€ per le estumulazioni iva eclusa
  • La cremazione dei resti mortali (in alternativa alla reinumazione): oltre alle spese per le operazioni cimiteriali ci sono le tariffe di cremazione ed il trasporto al forno crematorio   Costi da verificare con impresa di pompe funebri

Estumulazione straordinaria

L’estumulazione straordinaria viene eseguita prima del della scadenza del termine ordinario, per provvedimento dell’Autorità Giudiziaria o a richiesta dei familiari per passaggio ad altra sepoltura che può avvenire nello stesso o in altro camposanto, o per cremazione, dietro l’autorizzazione del Dirigente competente (art. 83 del D.P.R. n. 285/1990).
Le estumulazioni straordinarie generalmente si effettuano nei mesi da ottobre ad aprile così come stabilito dall’art. 84 del D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285. Sono fatte salve le estumulazioni straordinarie ordinate dall’Autorità Giudiziaria che si eseguono in qualunque periodo dell’anno.
Le estumulazioni straordinarie sono effettuate alla presenza del Dirigente del Servizio di Igiene Pubblica dell’Azienda Sanitaria Locale o di personale tecnico da questi delegato (art. 83, comma 3, del D.P.R. n. 285

Come si effettua la estumulazione straordinaria
Bisogna fare richiesta con il modulo prestampato, rinvenibile presso l’Ufficio Servizi Cimiteriale o in formato elettronico nella sezione “allegati” presentando anche:

  • Carta di identità  
  • Autorizzazione all’apertura del loculo
  • Attestazione di avvenuto pagamento dei diritti cimiteriali


TEMPI

La data di sepoltura viene stabilita con il cittadino

Autorizzazione estumulazione della salma

Le estumulazioni ed esumazioni straordinarie, ovvero quelle operazioni eseguite prima della scadenza della concessione della salma sono autorizzate dal Comune che dispone delle misure necessarie

Trasporto funebre

Il trasporto funebre è autorizzato sempre dal Comune. L’autorizzazione all’inumazione, alla tumulazione come anche alla cremazione è valido anche come autorizzazione per il trasporto

Trasporto funebre regionale

Il trasporto regionale in un comune diverso da quello che ha autorizzato, l’impresa che esegue il trasporto dà avviso al comune di destinazione.

Il trasporto di ossa o di ceneri non è sottoposto alle misure igieniche previste per il trasporto della salma o di resti mortali. Il trasporto di ossa o ceneri è concesso dal Comune o può anche essere effettuato dai familiari con mezzi propri.

Trasporto funebre tra diversi Stati

I trasporti funebri effettuati da o per uno degli Stati aderenti all’accordo stipulato a Berlino il 10 febbraio 1937 sono soggetti all’osservanza delle prescrizioni sanitarie previste da detto accordo. I cadaveri devono essere accompagnati dal passaporto mortuario, il quale è rilasciato dal Comune di partenza e, per l’introduzione nel territorio nazionale, dall’autorità del luogo da cui il cadavere viene estradato. Per l’introduzione dei cadaveri da uno degli Stati non aderenti all’accordo di Berlino, l’interessato alla traslazione presenta all’autorità consolare italiana apposita domanda corredata dalla documentazione definita dal Ministero della Salute. Il comune dove è diretto il cadavere concede l’autorizzazione informando l’autorità consolare. Per l’estradizione, l’autorizzazione è rilasciata dal comune di partenza previo nulla osta dell’autorità consolare dello Stato verso il quale il cadavere è diretto. Le caratteristiche della cassa sono certificate dall’azienda ULSS.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto